Al Museo per diventare Chef | In Migrazione
  • contatti
  • sostienici
  • newsletter
  • facebooktwitteryoutube
 

Al Museo per diventare Chef

Gli ospiti del Centro d'Accoglienza “Casa Benvenuto” al corso di formazione all'interno del Museo nazionale delle arti del XXI secolo

Si è appena concluso il corso di formazione per Chef dedicato a richiedenti asilo e rifugiati realizzato nell’ambito di STRANGE FRUIT,un progetto di Aspra.mente in collaborazione con Luigi Greco & Mattia Paco Rizzi, Luigi Coppola, Casa delle Agriculture di Castiglione d'Otranto (LE), Slow Food Roma e Cooperativa Diaconia.

40 ore di pratica in una incredibile cucina all’interno del MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo dove i partecipanti hanno acquisito competenze professionali vivendo immersi nell’arte a contatto con una delle parti più belle della Capitale. Un percorso di colori, profumi e gusti seguendo il filo conduttore culinario del pomodoro, botanicamente frutto, nell’uso comune verdura, il pomodoro parte dall’America Centrale e compie un lungo viaggio verso Est, fino all’Europa. Qui si radica prepotentemente nella cultura culinaria, diventando addirittura emblema della dieta mediterranea, patrimonio immateriale dell’Umanità sancito dall’UNESCO nel 2009. Come un migrante il pomodoro è stato discriminato, maltratto, condannato, accusato di essere velenoso, inutile alla nutrizione, meramente ornamentale, fino addirittura a comparire fra gli ingredienti nelle pozioni magiche delle streghe per la trasformazione in licantropi.

I provetti cuochi si sono destreggiati in una cucina mobile realizzata da Aspra.mente in collaborazione con il duo di designer Luigi Greco & Mattia Paco Rizzi e l’artista Luigi Coppola. Una cucina meravigliosa che sarà donata ad In Migrazione per trovare posto nel Centro d’Accoglienza SPRAR “Casa Benvenuto”.